Il lato solidale della tecnologia: i servizi utili e gratuiti

Piattaforme d'intrattenimento, e-learning, e-book, videogame e riviste gratuite: le soluzioni offerte dalla tecnologia per continuare a essere produttivi e sentirci bene anche dentro le mura di casa

L’epidemia di Covid-19 sta modificando le nostre abitudini in maniera profonda. Rimanere in casa è un dovere civico, per limitare il contagio. Per fortuna la tecnologia permette di superare molti dei limiti che – fino a un passato recente – avrebbero bloccato molte delle vostre attività. In questa guida vogliamo raccontarti le piattaforme, app e iniziative di solidarietà digitale per passare al meglio il tempo in casa. E tenerti alla larga da bufale e pratiche scorrette che, purtroppo, girano anche durante le emergenze.

Per informarsi in maniera corretta. Tra allarmismi e sottovalutazioni, le notizie sull’epidemia possono disorientare. È importante ignorare ogni tipo di consiglio diffuso via WhatsApp o da siti di news poco affidabili, come la bufala sulla presunta efficacia della Vitamina C. Sono informazioni che possono mettere a rischio te e gli altri. Ecco perché vogliamo segnalarti tre fonti privilegiate alle quali affidarsi.

  • per conoscere le buone pratiche da seguire, le guide nella sezione “nuovo coronavirus” del Ministero della Salute
  • per sapere cosa si può e non si può fare per rispettare il decreto #IoRestoaCasa del Governo, il sito della Presidenza del Consiglio dei Ministri
  • per risolvere dubbi e avere il parere di un esperto su potenziali sintomi puoi porgere le tue domande sulla chat dedicata a Covid-19 sul sito Pagine Mediche

Per conoscere quali servizi si possono usare gratis. Nell’ultima settimana l’Agenzia per l’Italia Digitale e il Ministero per l’Innovazione hanno realizzato Solidarietà Digitale: un minisito che raccoglie tutte le iniziative, servizi e offerte utilizzabili da persone, professionisti e aziende. La raccolta è in continuo aggiornamento e ti consigliamo di consultarla spesso. È organizzata in 4 categorie:

  • Connettività e servizi: potrai scoprire in che modo il tuo operatore di telefonia vuole supportarti durante l’emergenza con giga, minuti e sms gratuiti. Inoltre potrai scoprire quali altre piattaforme possono aiutarti anche nelle attività lavorative, con software per le riunioni online (come Cisco Webex, ora gratuito) o Shippy Pro che permette di attivare servizi di e-commerce per le attività costrette alla chiusura.
  • Informazione e intrattenimento: in questa categoria puoi trovare tutte le piattaforme che hanno abbattuto il costo di abbonamento, per migliorare il tuo tempo libero in casa. È possibile trovare abbonamenti gratuiti a testate come Altraeconomiae-book gratuiti messi a disposizione dalla casa editrice “Il Saggiatore”. Con l’app Kobo Books è possibile leggere gratis i libri resi gratuiti dall’editore Mondadori. Infine, tra le molte piattaforme a disposizione, segnaliamo Scienza Express, che aiuterà bambini e ragazzi a fare esperimenti scientifici in casa, e Smart Tales, dedicato ai più piccoli, che raccoglie storie per entrare nel mondo delle scienze e della matematica.
  • E-learning: con le scuole chiuse anche le attività didattiche si svolgono a distanza e, sul sito Solidarietà digitale, vengono elencate molte soluzioni disponibili. Da Weschool a Treccani Scuola, fino alle 10 lezioni gratuite d’inglese di EF English live. Ma non è una categoria dedicata ai soli ragazzi, ci sono molti corsi utili anche sul lavoro. Per esempio Digital360 ha realizzato webinar sullo smart working. Molto utile in questo periodo in cui molti dipendendoti devono lavorare da casa, a volte senza formazione adeguata.
  • Smart working: questa categoria è dedicata soprattutto alle aziende che, all’improvviso, hanno dovuto attivare il lavoro da casa. Molte società stanno mettendo a disposizione gratis le proprie soluzioni. Tra tutte segnaliamo l’iniziativa di Microsoft che offre licenze e applicazioni, oltre al supporto tecnico necessario per attivarle. Merita interesse anche il sistema di content management di SalesForce. Negozianti e piccoli commercianti possono ricevere aiuto con Movylo, che supporta ristoranti e negozi nel rimanere in contatto con i propri clienti, magari ricordando loro la possibilità di ottenere la consegna a casa.

Un’alternativa per film e serie tv: approfittare dei periodi di prova. Se, nel periodo casalingo, hai esaurito il catalogo del tuo servizio in streaming, puoi affacciarti alle offerte delle altre piattaforme d’intrattenimento, con film e serie tv. Infinity offre 2 mesi gratuiti, TIM Vision un mese, così come Amazon Prime Video.

Una piattaforma di civic hacking, per segnalare iniziative dal basso. Il 12 marzo gli autori del progetto Terremotocentroitalia.info, nato per supportare le persone durante l’emergenza dello sciame sismico 2016-2017, hanno dato vita a un’altra piattaforma: Covid19Italia Help. Qui è possibile segnalare e trovare iniziative solidali, raccolte fondi, fonti istituzionali e richieste d’aiuto. Sul sito c’è anche un utile servizio anti-bufala. Per amplificare la portata degli aggiornamenti il team ha attivato moltissimi canali di comunicazione: da Facebook a Telegram, fino a Twitter e GitHub (per collaborare allo sviluppo).

La solidarietà dei videogiocatori. Anche il mondo degli sviluppatori di videogame ha mostrato solidarietà in questi giorni, mettendo a disposizione “serial number” gratuiti per attivare giochi. La storia è stata raccontata dal Corriere della Sera. Per poter utilizzare questi codici è sufficiente accedere a questo file Excel online e prendere la chiave che ti interessa.

Come ridurre al minimo gli spostamenti di tutti i giorni. È fondamentale limitare anche le attività quotidiane, come fare la spesa. Ed ecco un elenco di piattaforme che ti consentono di lasciare casa il meno possibile e di mantenere il tuo benessere.

  • In queste settimane i servizi di consegna a casa sono messi sotto stress e non riescono a garantire consegne nei brevi periodi. Possono però aiutarti le piattaforme di anything delivery, come Glovo: i rider lasceranno sul pianerottolo della tua abitazione qualunque acquisto, da quelli fatti nelle farmacie fino ai supermercati. Specifichiamo che questo servizio è a pagamento.
  • Un’opzione per ridurre il proprio tempo fuori casa, che si sta rapidamente espandendo, è Ufirst. È un’app “saltacoda” che permette di prenotarsi e per ottimizzare il tempo d’attesa mentre sei in fila. Ricordiamo infatti che qualunque tipo di attività deve garantire la distanza di sicurezza tra le persone e questo limita gli accessi ai negozi.
  • Per parlare con amici e parenti (fino a 100), organizzare stanze di conversazione e pianificare appuntamenti a distanza, potete utilizzare l’account gratuito di Zoom, uno dei servizi più avanzati di videoconferenza.
  • Infine ricordate che non devi necessariamente recarvi negli uffici pubblici. Molte pratiche burocratiche (dai certificati di residenza al cassetto fiscale) possono essere svolte online dopo aver ottenuto la tua identità digitale con lo SPID, attivabile gratis da casa. Qui trovi le istruzioni da seguire.

E tu? Conosci servizi gratuiti o applicazioni che aiutano a non lasciare casa e a lavorare a distanza? Ogni segnalazione è utile per la community di VoceArancio.