Fai da te. Come creare oggetti utili per la casa, risparmiando

La tecnologia è amica della manualità e offre tantissime risorse: ecco le migliori piattaforme per imparare a riparare oggetti, costruire qualcosa di nuovo o fare piccoli “hack” casalinghi su oggetti comuni

Riparare un oggetto rotto, costruire da soli qualcosa di nuovo, trovare spunti per rendere più bella la vostra casa: la tecnologia può aiutare nell’home hacking, ovvero tutte quelle tecniche e soluzioni fai da te semplici e low cost per modificare gli oggetti di uso quotidiano. Acquistare le “materie grezze” e investire il vostro tempo nel realizzare qualcosa, vi permetterà infatti di risparmiare e vi regalerà piccole e grandi soddisfazioni. Non sapete dove cercare ispirazione? Su VoceArancio, abbiamo raccolto le migliori risorse del web dedicate al do it yourself.

YouTube come fonte di ispirazione. Sulla più famosa delle piattaforme video ci sono molti canali per riparare e costruire oggetti, oppure per trovare soluzioni non convenzionali ai problemi di tutti i giorni.

  • Tra i canali più semplici da consultare ci sono Blossom e 5 minute crafts. In filmati di circa 10 minuti potete scoprire trucchi per pulire macchie difficili, per riportare in vita fiori quasi appassiti, costruire scaffali in modo originale ecc.
  • Se invece volete realizzare qualcosa di più complesso, come l’arredamento per il vostro bagno, un tavolo allungabile o sedie da giardino, allora potete consultare I like to make stuff.
  • Se poi vi interessano soluzioni fuori dagli schemi come, per esempio, ricavare una cassaforte con oggetti quotidiani o scoprire modi impensabili per usare una comune spugna da cucina, HouseholdHacker è una curiosa risorsa da tenere in considerazione.

Quando il web diventa un manuale di istruzioni. Quando bisogna affrontare lavori di bricolage è fondamentale comprendere tutti i passaggi e gli acquisti da fare. In questo caso, tra i siti più completi ci sono: bricoportale.it, fai da te 360 e aggiustatutto. Quest’ultimo forse è il meno accattivante, ma contiene anche guide teoriche sull’idraulica e l’elettricità, per prendere dimestichezza con i progetti più complessi. Una risorsa interessante è anche la sezione Hobby & Fai da te di Wikihow, una sorta di Wikipedia dedicata alle guide online. Negli ultimi anni anche le più importanti catene di bricolage, come Leroy Merlin e OBI, hanno iniziato ad arricchire i propri siti con tutorial abbastanza completi.

Alla ricerca dell’originalità: le risorse avanzate. Se siete alla ricerca di qualcosa di diverso oppure se volete far diventare il do it yourself il vostro hobby allora vi proponiamo due approcci:

  • Il primo è molto incentrato sull’elettronica. È la celebre rivista Make, che vi guiderà nel mondo della stampa 3D e delle schede Arduino per creare sveglie personalizzate, piccoli robot, oggetti intelligenti in stoffa e tanto altro. È possibile filtrare il livello di difficoltà, così da poter affrontare i progetti in linea con le vostre competenze.
  • Il secondo trasforma i mobili Ikea (i più diffusi al mondo) in pezzi unici. Si chiama Ikea Hackers e vi guiderà nel rendere anche il comunissimo scaffale Kallax qualcosa di inaspettato, come un mobile per tv. Qui si possono trovare anche soluzioni per riorganizzare gli spazi o per riparare mobili che iniziano a mostrare i segni del tempo. E così darete nuova vita a qualcosa che, altrimenti, finirebbe in discarica.

E voi siete appassionati di fai da te? Avete creato o riparato qualche oggetto di cui siete particolarmente fieri?