La rinascita degli smartwatch

Oggi l'offerta di wearable è molto ampia ed economica, con modelli discreti che partono da 30 euro: la nostra guida per trovare il dispositivo indossabile che fa per voi

I dispositivi indossabili stanno sostituendo gli orologi. Da molti punti di vista: sono begli oggetti da portare al polso, vi regalano informazioni sul vostro stato di salute e vi evitano di guardare lo smartphone a ogni notifica ricevuta. Nell’ultimo anno la popolarità di questi accessori è aumentata molto, perché sono diventati si sono evoluti, hanno acquisito stili differenti e, soprattutto, sono diventati più economici. E si può spendere molto meno dei 450 euro necessari ad acquistare il modello base di un Apple Watch 5 (considerate anche i dispositivi ricondizionati, come abbiamo spiegato nella guida dedicata alla tecnologia di seconda mano). In quest’articolo abbiamo raccolto diverse tipologie di orologi intelligenti, per aiutarvi a scegliere quello che più rispecchia la vostra personalità.

Una scelta discreta, per chi vuole spendere meno di 50 euro. In questo caso si possono acquistare le cosiddette “smart band”. Poco più grandi di un bracciale, con un piccolo display a colori in grado di ricevere notifiche e monitorare alcune funzioni vitali di base (come il battito cardiaco). Al momento le scelte più interessanti sono tre, tutte water resistant.

  • Xiaomi Mi Band 4. Costa circa 30 euro e ha un piccolo display touchscreen molto luminoso per le notifiche. È la scelta entry level più funzionale. Ha venti giorni di autonomia e un sensore per la lettura del battito cardiaco. Ma niente GPS né NFC: quindi non potrete utilizzarlo per i pagamenti e, durante gli allenamenti, vi servirà portare con voi lo smartphone.
  • Huawei Band 3 Pro. È da poco uscita la quarta generazione di questo dispositivo, di conseguenza il prezzo dello smart band che vi suggeriamo è sceso al di sotto dei 50 euro. Ed è una scelta da prendere in considerazione se svolgete attività fisica all’aperto, perché il dispositivo ha un GPS integrato e controlli avanzati per il monitoraggio del sonno.
  • Honor Band 5. Costa 35 euro e a differenza dei modelli precedenti ha un focus in più sull’attività sportiva intensa, con la funzione “multi sport”. Inoltre è dotato di un sensore che monitora l’ossigenazione del sangue.

 Un tocco di stile in più, al di sotto dei 150 euro. In questa categoria vi proponiamo dispositivi più simili agli orologi più famosi, con display più ampi e leggibili e dettagli estetici più ricercati.

  • Fitbit Versa Lite. Fratello minore della linea Versa, permette di personalizzare i quadranti e ha cinturini intercambiabili. La cassa in alluminio lo rende molto leggero. Purtroppo mancano NFC e GPS ma il vero punto di forza è l’app FitBit, una delle piattaforme migliori per il fitness tracking: con sfide di allenamento e sessioni di meditazione mirata. Costa meno di 140 euro.
  • Garmin Forerunner 30. Dall’aspetto sportivo, con look total black e grandi pulsanti per monitorare i propri tempi, è dedicato agli sportivi. Soprattutto agli amanti della corsa. Anche in questo caso, non si tratta dell’ultimo modello. È uno smartwatch che vi proponiamo perché oggi è acquistabile a un prezzo interessante per ciò che offre. Costa meno di 120 euro e non punta sulla ricchezza delle sue funzioni ma sul GPS integrato e il monitoraggio 24h/24 del battito cardiaco.
  • Amazfit GTS. Brand della cinese Xiaomi, è l’ideale per chi cerca un Apple Watch a basso costo (il prezzo è 113 euro). Questo dispositivo è molto simile al prodotto della Mela, ha uno schermo da 1,65 pollici con colori brillanti, quadranti personalizzabili, cinturini di diversi colori, sensore GPS, monitoraggio continuo del battito cardiaco e batteria con circa due settimane di autonomia.
  • Ticwatch E2. Dall’aspetto minimale, con cinturini personalizzabili, questo smartwatch è l’ideale per chi ama “smanettare”. Tecnicamente al di fuori della nostra categoria (159 euro), lo segnaliamo perché è tra i dispositivi più economici dotati di sistema operativo Google Wear OS, che garantisce integrazioni con moltissime app, tra cui lo smart assistant di Big G.

 Le scelte per distinguersi dal coro, al di sotto dei 200 euro. In questa categoria abbiamo scelto di inserire gli smartwatch più particolari, dedicati a chi non ama mostrare semplicemente “uno schermo collegato a un cinturino”.

  • Amazfit T-Rex. Questo smartwatch attira l’attenzione e ha un look aggressivo, simile a quello del Casio G-Shock. È dotato di 12 certificazioni militari ed è l’ideale per gli sport estremi. Dotato di GPS, di controllo continuo del battito cardiaco e ha lo schermo sempre attivo (always on display). Arriva a 20 giorni di autonomia e costa 149 euro.
  • Withings Steel HR. Sul frangente opposto al T-Rex c’è questo orologio ibrido. Ha le classiche lancette, cinturini in metallo o cuoio e un piccolo cerchio sul quadrante, dove si trova il display monocromatico. È insomma uno smartwatch elegante. Ma l’assenza di uno schermo di grandi dimensioni non deve trarre in inganno. Come abbiamo raccontato nella nostra guida dedicata all’health-tech, l’app Withings è una delle più complete quando si tratta di monitorare la salute.

E voi? Utilizzate gli smartwatch? Quali funzioni apprezzate di più?