Non solo Ikea. I modi più economici per (ri)arredare casa

Originalità e low cost non sono inconciliabili. Dal design minimale agli accessori estrosi, ecco i migliori e-commerce d’arredamento per rinnovare la vostra abitazione

La soluzione più facile è nota a tutti: Ikea. Quando si tratta di arredamento, lì troviamo prezzi contenuti e praticità. Ma, proprio perché così conosciuta, genera una sorta di continuo déjà-vu. Le librerie Billy sono ovunque, i mobili Besta arredano i salotti di mezzo mondo. Allora, di solito  dirottiamo verso Mainsons du Monde, ma torniamo al punto di partenza: l’effetto fotocopia è in agguato. Se la tecnologia ci aiuta a progettare il nostro arredamento, può anche aiutarci a trovare qualcosa di originale. E allora, abbiamo provato a raccogliere le migliori alternative al gigante scandinavo, tenendo d’occhio non solo il rapporto qualità-prezzo ma anche lo stile al quale potreste ispirarvi.

Le scelte minimali e “scandinave”. Iniziamo con Miliboo, un’azienda di Marsiglia che vende online mobili di design. Offre eleganza e praticità, ma anche quel tocco di originalità che potrebbe fare la differenza. Se cercate sempre uno stile “nordico”, un sito da tenere in considerazione è Kave Home. E se il vostro arredamento è già completo, Kave Home può aiutarvi anche negli elementi decorativi. Da segnalare anche Ferm Living, azienda danese con un tocco di design in più. Unica nota: in questo caso i prezzi sono un po’ più alti rispetto al concorrente svedese. Muji è sempre minimale, ma di base in Giappone, è un’alternativa se cercate l’essenzialismo orientale: pochi fronzoli e robustezza.

Per aggiungere un tocco di stile. Allora il catalogo dell’e-commerce italiano Owo è una strada da considerare, anche per fragranze, candele e accessori. Un’altra opzione è Monoqi, con arredi sicuramente più rari da trovare rispetto a Ikea. In questa rassegna non può mancare LOVEThESIGN, uno dei siti più noti per il design italiano, con una sezione sconti che può riservare ottimi affari. Da considerare anche Ovvio, giovane realtà italiana con un vasto assortimento e una sezione interessante per “vestire casa”.

Per chi ama i designer emergenti. Westwing è una tappa su cui fermarsi, anche se siete in cerca di ispirazione. Il suo magazine è molto curato e può suggerirvi soluzione che, magari, potete acquistare altrove. Nel tour dell’arredamento low cost, potete soffermarvi anche sulla sezione arredamento di Etsy, il colosso dell’e-commerce dedicato agli indipendenti, dove è possibile trovare anche elementi vintage.

Se i dettagli fanno la differenza. A volte basta poco e, se non avete tempo e voglia per confrontare offerte ed esplorare soluzioni, tutto si potrebbe risolvere con una lampada particolare o delle sedie non convenzionali. Immancabile un riferimento a Flying Tiger che, con i suoi piccoli oggetti, offre un po’ di estro per poche decine di euro. Dall’arredo per il bagno alle decorazioni natalizie, un’altra scelta per le decorazioni low cost è Eminza. È un risultato che si può raggiungere anche con Raily, il cui motto è “la felicità è nelle piccole, grandi e belle cose”.

Non solo siti specializzati. Amazon ha una nutrita sezione Home & Living, il vantaggio? La scelta non si limita a un solo stile. Ribaltandolo diventa uno svantaggio: sarete voi a dover trovare un’identità al vostro arredamento. Da segnalare anche la sezione complementi d’arredo di Yoox, noto e-commerce italiano nel campo dell’abbigliamento.

E voi? Oltre Ikea, quali siti di arredamento visitate per coniugare originalità e low-cost nella vostra casa?