Date una svolta «eco» al vostro matrimonio

Anche l'organizzazione delle nozze deve affrontare la sfida della sostenibilità: una serie di consigli per avere una cerimonia bellissima e anche ecologica

Avevamo detto che è partita la stagione dei matrimoni, al vostro avete già pensato? Cominciate a progettarlo ora per risparmiare, anche con un occhio all’ambiente. Secondo gli ultimi dati disponibili (elaborati dalla Camera di Commercio di Milano), in Italia aumentano le celebrazioni (+4,6%), cresce il fatturato dell’intero settore (+2%) e le imprese attive sul territorio sono circa 83mila. Il giro d’affari nazionale è arrivato a 15 miliardi di euro. Come tanti altri ambiti di attività, anche quello legato alle nozze si trova ad affrontare una sfida importante e decisiva per il proprio futuro: quella della sostenibilità. Sempre più coppie vogliono convolare a nozze riducendo allo stesso tempo il più possibile l’impatto dell’evento sull’ambiente, sull’atmosfera, sui mari. Ecco una serie di consigli per riuscirci.

Luce diurna e chilometro zero. Un punto di partenza ovvio quanto efficace (tanto per l’impatto quanto per la riduzione del budget): sposarsi di giorno, tagliando in questo modo sull’illuminazione e sul consumo energetico del ricevimento. Un aspetto decisivo per molti matrimoni è la logistica: spesso gli ospiti devono convergere verso l’appuntamento da località diverse, provate a mettere a disposizione dei mezzi di trasporto collettivi oppure a incoraggiarli a fare carpooling, così da condividere i costi e l’impatto del loro avvicinamento alla vostra festa. Come ormai accade in molti ricevimenti, assicuratevi che il catering sia a chilometro zero e affidatevi ad aziende della zona. Diverse società del settore offrono un’opzione eco per i propri clienti. Per maggiori informazioni e per supporto specializzato potete anche affidarvi a Shibuse, una startup che organizza matrimonio ecologici.

Partecipazioni? Meglio digitali. In passato, sposarsi significava produrre e spedire un grande quantitativo di carta, dalle partecipazioni pre-evento ai ringraziamenti agli ospiti dopo la festa. Un primo passo per ridurre l’impatto, quindi, è spedire via e-mail gli inviti. Niente cartoncino, buste e francobolli da inviare. D’altra parte, quante partecipazioni di matrimoni altrui conservate ancora? In alternativa, la creazione di un sito web per comunicare la data e il luogo dell’evento agli ospiti può essere una soluzione conveniente. La piattaforma Zankyou offre template pensati per questo scopo ed è completamente gratuita.

Abiti in tessuti eco e oro etico per le fedi. Anche gli abiti della sposa e dello sposo possono essere di una bellezza indimenticabile e contemporaneamente rispettare la vostra coscienza ecologica. Come? Ci sono quelli creati con tessuti naturali, quelli realizzati attraverso materiali riciclati e di recupero (come scampoli, vecchi tessuti, centrini, c’è una stilista che usa addirittura la plastica) o anche optando per il fascino del vintage. Può essere riciclato anche l’oro delle fedi: alcuni artigiani trasformano i vecchi gioielli che avete in casa, fondendo l’oro e facendone anelli da matrimonio, con un gesto circolare e ciclico che può avere anche un grande significato affettivo. In alternativa acquistate le fedi con una certificazione di prodotto equo-solidale, estratto con tecniche non invasive, senza agenti chimici o esplosivi.

Arredi creativi ed eco-viaggio di nozze. Le case dei vostri genitori e dei vostri nonni possono diventare una miniera di idee e di soluzioni creative anche per quanto riguarda gli addobbi, grazie ai materiali di recupero: quel vecchio mappamondo che non usate più dalle scuole elementari potrebbe diventare una magnifica decorazione per uno dei vostri tavoli.

Bomboniere, meglio solidali. La bomboniera è un ottimo strumento per trasformare la vostra gratitudine per la felicità del giorno più bello in qualcosa di concreto: potete optare infatti per una bomboniera solidale, come quelle di Unicef, Telethon, Save the Children, che permettono di dedicare quella parte del budget a donazioni per organizzazioni benefiche. Un discorso simile si può fare anche con la lista nozze: potreste chiedere ai vostri ospiti una donazione per una causa che vi sta particolarmente a cuore. Avete pensato di estendere questo lodevole sforzo di eco-consapevolezza anche al viaggio di nozze? Ottima idea, ambientate la vostra luna di miele in un eco-resort, con una provata certificazione di sostenibilità nei confronti degli oceani e della cultura locale.

Quando vi siete sposati? Come fu il vostro matrimonio?