Tutti i contributi del 2020 per bebè e neo genitori

Tanti i bonus confermati nel 2020 dalla Legge di Bilancio per le famiglie: ecco come ottenere i contributi e le novità previste per quest'anno

Se avete in cantiere un bambino o se diventerete genitori nel corso del 2020 è bene sapere che l’ultima manovra finanziaria ha disposto diversi incentivi pensati proprio per supportare le nuove nascite e le nuove famiglie. Ma non solo, oltre ad alcune conferme di incentivi già presenti gli scorsi anni, arrivano anche nuovi contributi: vediamo in breve quali sono.

Bonus bebè e Bonus mamma domani. Confermato per il 2020 il Bonus bebè (o assegno di natalità), con la novità che sono stati cancellati alcuni limiti per cui più famiglie potranno beneficiare dell’assegno. Fino allo scorso anno, infatti, il bonus era riservato alle famiglie con ISEE entro i 25 mila euro, ma la legge di bilancio ha eliminato questo limite. Nel nuovo anno il Bonus bebè viene riconosciuto per ogni bambino nato o adottato tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2020 e varia a seconda dell’ISEE: l’assegno viene corrisposto mensilmente fino al compimento di un anno di età del bambino, l’importo va da un minimo di 80 e può arrivare fino a 160 euro. La domanda deve essere presentata online sul sito dell’Inps entro 90 giorni dalla nascita o dall’ingresso nel nucleo familiare del bambino adottivo. Confermato per il 2020 anche il Bonus mamma domani (o premio alla nascita) di 800 euro che viene corrisposto dall’Inps su domanda della futura madre (anche adottiva) in un’unica soluzione.

Per le rette mensili degli asili viene confermato il Bonus nido. Un’altra misura confermata per il 2020 è il Bonus nido, il contributo mensile erogato per far fronte alle rette mensili pagate dalle famiglie per gli asili. Come nel caso del Bonus bebè, subisce però alcune modifiche rispetto allo scorso anno. Il contributo viene ora calcolato in base a nuove fasce ISEE. Parliamo quindi di un buono fino a 3.000 euro per le famiglie con ISEE entro i 25.000 euro e fino a 2.500 euro per i nuclei familiari con ISEE compreso tra 25.000 e 40.000 euro. Per tutte le altre famiglie si parla invece di un contributo massimo di 1.500 euro ma, a differenza degli anni precedenti, nel 2020 non vengono automaticamente escluse in base al reddito. Per farne richiesta è necessario presentare domanda sul sito dell’Inps, facendo login con la vostra Spid oppure con vostro il PIN.

Bonus latte e Bonus seggiolini: le novità del 2020. Una delle vere novità per le donne che diventeranno madri nel 2020 si chiama Bonus latte, un’agevolazione concessa alle donne che non possono allattare naturalmente per motivi di salute o a causa di patologie accertate. Si parla di un contributo fino a 400 euro all’anno per l’acquisto del sostituto del latte materno (il latte artificiale), erogabile fino al sesto mese di vita del neonato. Per i dettagli operativi, come i requisiti d’accesso e le patologie che rientrano tra quelle riconosciute, si aspetta entro il prossimo marzo l’emanazione del decreto attuativo. L’ultima novità è infine il Bonus seggiolini e dispositivi antiabbandono, un contributo pari a 30 euro per l’acquisto di dispositivi a norma. Per ottenere il buono spesa elettronico, sarà necessario registrarsi sul sito del Ministero dei Trasporti o sulla piattaforma informatica Sogei a partire dal 20 febbraio. Il bonus è retroattivo, è quindi valido anche per chi ha già acquistato un sistema antiabbandono: per richiederlo sarà necessario registrarsi sulla piattaforma Sogei entro 60 giorni dal 20 febbraio 2020 e allegare la copia del giustificativo della spesa. Il rimborso sarà disponibile, naturalmente, solo nel caso in cui il dispositivo acquistato rispetti le caratteristiche tecniche approvate.

Pensate che queste misure messe in campo negli ultimi anni siano un buon incentivo per incrementare la natalità? O pensate siano necessarie politiche diverse? Diteci cosa ne pensate tra i commenti.