Valigia danneggiata, arrivata in ritardo o smarrita: che fare?

Cosa fare se all’arrivo in aeroporto il nostro bagaglio arriva in ritardo, danneggiato oppure se viene smarrito? Niente panico, basta rivolgersi all’ufficio Lost and found e inviare un reclamo: ecco come fare

È capitato a tutti almeno una volta di fissare il nastro bagagli all’arrivo in aeroporto temendo che la nostra valigia sia andata perduta chissà dove. E a dire il vero quelle del bagaglio smarrito, arrivato in ritardo o danneggiato non sono ipotesi così remote. Se arrivati a destinazione non è andato tutto per il verso giusto, però, non è il caso di farsi prendere dal panico: basta seguire alcune semplici pratiche . Quali? Vediamole insieme.

Dritti ai bagagli smarriti. La prima cosa da fare è recarvi all’ufficio Lost and found che si trova in aeroporto. È importante sapere che è uno sportello ubicato all’interno dell’area doganale, nella stessa zona di riconsegna bagagli o, comunque, sempre prima dell’uscita degli arrivi. Fate attenzione a non uscire da questo spazio perché, una volta fuori, vi sarà impedito di tornare indietro per motivi di sicurezza.

Cosa fare se la valigia arriva in ritardo o viene smarrita.  In caso di bagaglio arrivato in ritardo o smarrito, gli incaricati dello sportello Lost and found vi faranno compilare un modulo di reclamo detto PIR (Property irregular report), dove dovrete indicare i dati relativi al volo e al bagaglio. Questi dati sono contenuti nell’etichetta che vi è stata rilasciata in fase di consegna bagagli o al check-in e che spesso viene attaccata sul retro della carta d’imbarco: ricordate sempre di conservarla fin quando il bagaglio non è di nuovo tra le vostre mani. Vi verrà inoltre richiesto un indirizzo al quale poter recapitare la valigia, una volta giunta in aeroporto. Le compagnie che aderiscono alla convenzione di Montreal, sostanzialmente tutte le principali, prevedono un indennizzo che varia in proporzione ai giorni di ritardo e al danno subito e che non può superare i 1.167 euro per bagaglio, alcune differenziano anche il risarcimento in base al fatto che il passeggero stia partendo o rientrando a destinazione. Se dopo cinque giorni dal reclamo non ricevete risposta, contattate direttamente la compagnia. Considerate che se il bagaglio non arriva entro i ventuno giorni successivi a quello del volo, viene ufficialmente considerato smarrito: bisognerà quindi contattare direttamente la compagnia aerea inviando un reclamo online o tramite raccomandata. La comunicazione dovrà contenere, oltre ai dati del passeggero e a quelli del volo, anche la copia dell’etichetta del bagaglio, il modulo PIR compilato in aeroporto e un elenco dettagliato del contenuto della valigia, meglio se documentato da scontrini o fatture d’acquisto. Ricordatevi anche di allegare i vostri riferimenti telefonici, un contatto email, il vostro indirizzo e il codice IBAN sul quale ricevere l’indennizzo.

Bagaglio danneggiato: come muoversi. Anche nel caso in cui il bagaglio arrivi danneggiato o manomesso, l’ufficio a cui rivolgersi è quello Lost and found. Ricordate che, anche in questo caso, non dovrete uscire dall’area protetta degli arrivi, l’ufficio è sempre posizionato all’interno di questa zona. L’incaricato verificherà e farà un accertamento dei danni subiti, facendovi compilare il modulo PIR. In questa fase dovrete quindi indicare, oltre ai vostri dati e a quelli del volo, la marca della valigia e, in alcuni casi, anche quando l’avete acquistata e a che prezzo. Questa procedura dipende comunque sempre dalla compagnia con cui volate, per cui affidatevi a quanto richiesto dall’incaricato in aeroporto. Dopo questo passaggio, alcune compagnie richiedono al passeggero di inoltrare il reclamo online sul proprio sito allegando anche le foto con i dettagli del bagaglio danneggiato (ruote spaccate, cerniere o fibbie lesionate, guscio rotto) e forniscono quindi una risposta via email o tramite telefono. In altri casi, invece, la compagnia può accertare il danno direttamente allo sportello Lost and found e autorizzare il rimborso immediatamente (anche tramite voucher per l’acquisto di un nuovo volo) oppure farsi carico di inviare una nuova valigia della stessa tipologia all’indirizzo indicato dal passeggero.

Vi è mai capitato di aver subito un danno o di aver ricevuto la valigia in ritardo? Raccontateci nei commenti come siete riusciti a risolvere la situazione!