Progettate un viaggio? Giocate d’anticipo con queste piattaforme

Da Hotels.com agli aggregatori di offerte: ecco come tagliare fino alla metà i costi per alberghi, voli e non solo

Se avete voglia di visitare il mondo o anche solo fare vacanze appaganti senza dover pagare una fortuna ogni anno, i vostri principali alleati sono tre: il tempo, la capacità di giocare d’anticipo e il Web. La combinazione di questi elementi può davvero fare la differenza: il sito Vouchercloud, per esempio, ha calcolato che prenotare l’albergo al momento giusto può farvi risparmiare fino al 15 per cento sul prezzo medio della stanza, e che in generale ogni settimana di anticipo fa scendere i costi di circa quattro euro. Per i voli gli algoritmi danno valori diversi sul tempismo perfetto, ma di solito oscillano tra i cinquanta e i settanta giorni prima della partenza. Il tutto, ovviamente, navigando con sapienza il mare dei siti che permettono di effettuare ogni operazione in anticipo. Gli strumenti digitali ormai sono un mercato colossale: parliamo di 818 miliardi di dollari entro il 2020, secondo le elaborazioni di SaleCycle. Come sempre in questi casi, tutta questa concorrenza porta a voi opportunità di risparmio.

Agente di viaggio o aggregatore? Occhio alla newsletter. Partiamo dai siti che permettono di prenotare i voli aerei. Qui c’è davvero l’imbarazzo della scelta, ma le strategie possibili sono tre. La prima sono gli OTA, gli online travel agency. Sono delle vere e proprie agenzie di viaggio digitali: eDreams, Expedia, Opodo. Sono rivenditori di biglietti aerei (e altri servizi), spesso hanno anche soluzioni integrative interessanti o aggiuntive, come assicurazioni o diritti di cancellazione. Il problema è che ogni sito ha le sue tariffe, e qui entra in scena la seconda strategia: gli aggregatori come Kayak, che non permettono di acquistare direttamente i biglietti ma consentono il confronto in tempo reale delle tariffe e vi reindirizzano alle agenzie online oppure direttamente alle compagnie aeree per la finalizzazione. Una terza strategia, utile da integrare alle precedenti, è monitorare direttamente i siti delle compagnie aeree e soprattutto iscrivervi alle loro newsletter. Spesso le offerte lampo che vi arrivano nella posta in periodi strategici dell’anno (dopo le vacanze estive o dopo le feste natalizie) contengono voli a prezzi davvero incredibili.

Offerte d’autunno e tariffe segrete con Hotels.com. Passiamo agli alberghi: per chi pratica la complessa arte della ricerca di una camera a poco prezzo uno dei punti di riferimento è Hotels.com: 325mila strutture, 25 milioni di recensioni lasciate dagli ospiti, un’app scaricata 70 milioni di volte. La piattaforma è una miniera da esplorare, ha proposte sia per chi vuole regalarsi una fuga autunnale (controllate le offerte di stagione) che soluzioni per chi viaggia spesso, come un programma reward che permette di avere una notte gratis ogni dieci. Iscrivetevi anche alla newsletter e attenzione alle (spesso interessanti) tariffe segrete. La società, che opera nel settore da quasi trent’anni, nasce negli Stati Uniti nel 1991 e oggi fa parte del gruppo Expedia.

Per i lettori di VoceArancio uno sconto speciale tutto da provare: andate su hotels.com/ING, scegliete dove soggiornare e prenotate entro il 31/12/2018 inserendo il codice ING2018: otterrete il 10% di sconto sul vostro viaggio da fare entro il 30/6/2019.

Aggiungete uno sconto a tavola. Siete in giro per la città prescelta nel vostro city break e non sapete dove andare a mangiare? Con un po’ di organizzazione, è possibile risparmiare anche al ristorante, prenotando in anticipo. In questo caso non parliamo di settimane, ma al massimo di giorni, se non di ore. Il punto di riferimento nel settore prenotazione tavoli è TheFork, da tempo ormai uno dei brand di TripAdvisor, e piattaforma leader in Europa per il booking online di ristoranti, con una rete da 50.000 indirizzi a livello globale e 19 milioni di visite al mese. Attenti ai cambi di nome, se siete in viaggio: si chiama LaFourchette in Francia e Svizzera, ElTenedor in Spagna, mentre è TheFork in Italia, Belgio, Olanda, Portogallo, Brasile, Svezia e Danimarca. Il funzionamento è lo stesso: sulla piattaforma gli utenti possono consultare la lista dei locali, conoscere la disponibilità di tavoli in tempo reale, prenotare il tavolo e soprattutto accedere in questo modo una serie di offerte e promozioni che possono far risparmiare fino al 50% sul conto finale.

E voi? Avete mai usato una di queste piattaforme? Quanto siete riusciti a risparmiare?