Come pubblicare il tuo romanzo in crowdfunding

L'innovazione è arrivata anche nell'editoria: sulla piattaforma bookabook parti dal manoscritto e, se piace all community di lettori, arrivi alla pubblicazione del libro. Curioso? Ti spieghiamo come funziona

Stai scrivendo anche tu le memorie della tua quarantena? Oltre a un boom di nascite e di divorzi, uno dei probabili effetti del lockdown italiano sarà un’ondata di romanzi sulla vita al tempo del Covid-19. Alcuni saranno trascurabili, altri interessanti, magari il tuo è il Grande Romanzo Italiano, chi può dirlo? In ogni caso, se non sei uno scrittore affermato potresti avere dei problemi a trovare ascolto e lettori. Per fortuna l’editoria si è evoluta e per pubblicare la tua opera prima non devi necessariamente passare attraverso la novecentesca trafila di stampare il manoscritto e inviarlo a centinaia di editori (e nemmeno cercare un costoso agente letterario), ma puoi affidarti al crowdfunding, come già sperimentato con successo da cineasti, documentaristi e artisti (vedi la piattaforma Produzioni dal basso) e dai musicisti (Musicraiser). La prima realtà italiana specializzata nel crowdfunding letterario si chiama bookabook. Nata nel 2014, è arrivata a pubblicare 250 libri nel 2019, per un totale di 50mila copie vendute. «Siamo uno strumento di scouting per la grande editoria: nel tempo abbiamo lanciato autori che hanno poi continuato il loro percorso con Mondadori, Rizzoli, Giunti e Longanesi», ha detto il co-fondatore Tomaso Greco all’ANSA.

Incipit: dal manoscritto alla community. Per gli aspiranti romanzieri la partecipazione alle campagne è completamente gratuita: non ci sono costi di iscrizione alla piattaforma e non viene chiesto agli scrittori di partecipare economicamente alla stampa del volume. Quando il tuo manoscritto è pronto, puoi inviarlo a bookabook attraverso il form sul sito. Non tutti i testi vengono accettati: bisogna prima passare attraverso una fase di selezione e valutazione qualitativa (dura in media tre settimane). Dopo aver superato questo scoglio, sei sulla piattaforma e la campagna può partire. Il senso di bookabook è da un lato dare un’opportunità ai talenti nascosti di pubblicare le loro opere, dall’altro permettere ai lettori di diventare soggetti editoriali attivi. Non solo finanziando il progetto (attraverso il pre-ordine) ma anche partecipando alla creazione del libro in tutte le sue fasi: editing, bozze, copertina, grafica.

Svolgimento: dal dialogo con i lettori alla copia in libreria. La campagna prevede un intenso dialogo tra i lettori e l’autore, che si mette in gioco con la community in un confronto continuo sul testo, sulle bozze, sul progetto editoriale, per convincere e appassionare. Saranno infatti i membri della community a permettere al manoscritto di vedere, editorialmente, la luce. La soglia da raggiungere per il successo della campagna è di 200 pre-ordini. A quel punto, il libro parte nella sua lavorazione editoriale, per poi essere distribuito in ebook sulle varie piattaforme e stampato.
Il team di bookabook provvederà alla cura di copertina e impaginazione del libro, secondo lo stile disegnato da The World of Dot. Grafici e ufficio marketing collaboreranno con te per selezionare la migliore copertina tra quelle proposte.
La distribuzione in libreria è affidata a Messaggerie, una delle realtà di settore più grandi  in Italia, mentre la promozione dell’opera nei confronti dei librai è a cura di Emme Promozione. Per far conoscere il tuo libro, inoltre, l’autore potrai stipulare un contratto editoriale che prevede campagne promozionali specifiche e ad hoc, comprensive di ufficio stampa, video promozionali, coinvolgimento di blogger e influencer, pubblicità su Facebook e Amazon, eventi di lancio.
La copia digitale verrà sempre proposta a 6,99 euro, mentre il prezzo di quella cartacea dipende da lunghezza, lavoro editoriale richiesto, tipo di stampa. All’autore andrà in ogni caso il 10% dei proventi di ogni copia (ebook e fisica) venduta (comprese quelle durante la campagna di crowdfunding).

E se il tentativo non dovesse andare bene? Se la campagna non dovesse raggiungere il goal di 200 pre-ordini, i diritti del libro torneranno in tuo possesso e potrai proporlo a un altro editore, auto-pubblicarlo o provare altre strade.
Non dimentichiamoci, però, che durante la campagna potresti aver raccolto qualche pre-ordine. In quel caso, se dovessi aver raggiunto 60 pre-ordini, bookabook effettuerà un light editing del testo, preparerà un progetto grafico, lo invierà ai lettori nel formato che hanno scelto e ti riconoscerà le royalties su ogni copia. Se invece i pre-ordini fossero inferiori a 60, allora bookabook restituirà l’intero importo ai lettori.

Hai mai pensato di pubblicare la tua opera con questa modalità? La trovi interessante?