Device e app per imparare nuove tecniche di rilassamento

La tecnologia può diventare una guida ideale per aprirvi al mondo della meditazione e della gestione dello stress e uno strumento per tenere mente e corpo in forma

A volte basta fermarsi un attimo, fare un respiro profondo e tutto apparirà più chiaro. Facile a dirsi, meno scontato riuscirci da soli. Siamo sovrastimolati, invasi da notifiche e, con i ritmi lavorativi che si intensificano, è sempre più importante avere una guida che vi apra all’antica arte della meditazione. Lo dimostra il risultato dell’ultimo sondaggio su VoceArancio: “Cosa vi piacerebbe imparare quest’inverno?”. La proposta che ha raccolto più voti è stata “Meditare con nuove tecniche di rilassamento”. È un tema che, in parte, abbiamo già affrontato in questo articolo, dedicato alle app che aiutano a ritrovare la calma interiore. Ora è il momento di fare un passo ulteriore e provare a combinare i diversi software e dispositivi dedicati alla meditazione con gli obiettivi che vi permettono di raggiungere. Per guidarvi nella scelta delle soluzioni più adatte alle vostre esigenze.

Lo yoga a casa: quando la meditazione è anche esercizio fisico. Inutile ribadirlo: lo yoga è un’attività salutare tanto per la mente quanto per il corpo. Se non riuscite a trovare il tempo necessario per iscrivervi a un corso, potete scaricare Yoga Studio. Qui potete trovare video in alta risoluzione con 65 sessioni di yoga e una libreria per perfezionare più di 280 posizioni. È un’app dedicata soprattutto ai principianti. Il vantaggio principale: potete proiettare le lezioni sullo schermo collegando lo smartphone a una smart tv oppure con Chromecast. L’app offre sette giorni di prova gratuita e pacchetti personalizzati che vanno dai 2 ai 70 euro.

Micro-esercizi per sospendere un’attività stressante. Certo, la meditazione porta allo “svuotamento del sé” per raggiungere la pace interiore, ma è qualcosa che si ottiene dopo anni di allentamento. Un approccio più semplice per liberare la mente da tensione e negatività è spostare l’attenzione verso qualcos’altro. E la “color therapy” è straordinariamente efficace per concentrarsi su qualcosa di rilassante. Si può fare anche senza fogli e colori: Adult Colouring è un’app (qui per Android e qui per iOS) con centinaia di fiori, mandala, forme geometriche a cui dar forma con colori. Completare un disegno può aiutarvi a trovare la calma necessaria per tornare alle faccende quotidiane.

Due approcci per gestire la propria ansia. Se volete un aiuto per liberarvi di quel senso di oppressione generalizzato, comparso magari in un periodo particolarmente stressante, allora potete seguire due vie.

  • La prima usare Sanvello. È una suite “olistica” dedicata al superamento dell’ansia, con esercizi, strumenti e un diario giornaliero per aiutare a comprendere quali attività sono responsabili dello stress. È un’app completa che segue la terapia cognitivo-comportamentale e sta riscuotendo molto successo. Costa circa 9 euro al mese e richiede costanza per essere efficace.
  • La seconda è Breathe2Relax. Se avete bisogno di una soluzione “pronta all’uso” per gestire rabbia e stress, allora quest’app è un ottimo strumento per imparare la cosiddetta “respirazione diaframmatica”, ritenuta molto efficace nel mitigare gli effetti dell’ansia.

Per rilassarsi giocando. I videogame possono aiutarvi a scaricare la tensione e un team di neuroscienziati e sviluppatori ha scelto di massimizzare gli effetti positivi del gioco su mente e corpo con Personal Zen, che vi aiuterà a spostare l’attenzione dai pensieri negativi a quelli positivi. Anche se siete scettici a riguardo, provate quest’app per iOS. Happify invece ha un focus specifico sulla felicità, migliorando abitudini e stile di vita. Le attività proposte si modellano dopo un questionario iniziale abbastanza lungo, che raccoglie informazioni su età, lavoro, figli, relazione sentimentale ecc. Il costo però è di 14 euro al mese.

Per far entrare la meditazione nella vostra quotidianità. Bastano 10 minuti al giorno per ottenere il massimo dalle pratiche di meditazione: focus, consapevolezza di sé, abbassamento dei livelli di stress e un aiuto per dormire. Per iniziare Headspace può essere un’ottima strada: app creata da un monaco buddista offre un programma gratuito per entrare in questo mondo e apprendere le basi, dopodiché il costo mensile è inferiore a 5 euro. Questa app ha anche una funzione SOS, per gestire momenti particolarmente stressanti. Se invece cercate qualcosa di più completo e amate la varietà di esercizi, potete provare Insight Timer: ha una vasta libreria gratuita di attività dedicate alla meditazione (dai corsi alle playlist sonore) e un piano a pagamento da circa 60 euro l’anno che sblocca più di 60 mila esercizi.

Gli oggetti “fisici” per creare un ambiente rilassante. Da sole le app possono non bastare e con un piccolo investimento è possibile creare un luogo a casa dove dedicarsi alla meditazione.

  • I cuscini e materassini dedicati allo yoga, con imbottiture in grano saraceno, sono utili per seguire al meglio le posizioni. In commercio ne esistono molti modelli, quelli del brand Perfect Pillow per esempio hanno una buona qualità e costano circa 60 euro.
  • Un altro strumento casalingo per rilassarsi è un tappeto massaggiante ad agopressione, utile per sciogliere lo stress su collo e schiena. Il modello del brand Spoonk è acquistabile a circa 35 euro.
  • Anche l’aromaterapia può essere utile alla meditazione e in commercio esistono molti dispositivi che diffondono oli profumati nelle proprie stanze (utili anche per dormire meglio). Per esempio il modello di Tenswall costa poco più di 20 euro.

In che modo la tecnologia vi aiuta a meditare e a rilassarvi? Quali benefici avete ottenuto? Raccontatecelo nei commenti.