E se qualcuno vi pagasse per vivere in modo più sano?

Virtuoso, Movecoin e Sweatcoin sono app che «retribuiscono» l'attività sportiva e uno stile di vita ecosostenibile

In Italia, secondo l’Istat, ci sono 23 milioni di persone il cui stile di vita è sedentario: nessuno sport praticato nel tempo libero. Si tratta di un problema di salute individuale e pubblica. Difficilmente le fitness app che remunerano l’attività sportiva potranno risolvere la questione della scarsa cultura sportiva degli italiani, ma possono sicuramente rappresentare per voi un incentivo a dedicare parte della vostra settimana a uno stile di vita più sano. Questi strumenti digitali usano il meccanismo della gamification: trasformare gli obiettivi da raggiungere in un gioco a premi. Secondo i dati presentati da Virtuoso, una delle più scaricate (45mila utenti), l’esercizio fisico aumenta del 20% per i suoi utenti, che camminano il 38% in più rispetto alla media nazionale (7200 contro 5200 passi al giorno). Anche se sono numeri da prendere con cautela, è comunque interessante dare un’occhiata a questo tipo di applicazioni, perché usarle nel modo giusto vi permette di raggiungere due obiettivi non male da coniugare: risparmiare e vivere meglio.

Più ti allenti, più ricevi sconti. Healthy Virtuoso (questo il nome completo di questa piattaforma creata da una startup italiana) elabora i dati registrati da Google Fit e dall’app Salute per valutare la vostra attività fisica. Se i risultati sono positivi (si tiene un certo ritmo di esercizio, si cammina ogni giorno, ci si allena con regolarità), Virtuoso offre ai suoi utenti una serie di sconti offerti sotto forma di coupon digitali dai suoi partner. I dati su allenamenti ed esercizio fisico possono essere importati da app come Strava, Runstatic, Nike Running e si può usare anche uno smartwatch o un fitness tracker, a patto che sia compatibile con Google Fit o App Salute. L’obiettivo è mantenere il livello (calcolato in base alla media al momento dell’iscrizione) e provare con gradualità a salire. Ovviamente, non si possono caricare dati auto-certificati manualmente. I voucher possono essere spesi sugli e-commerce di Amazon, Zara, Netflix, oppure sono più mirati, di solito in ambito sportivo: un buono per lo skipass, uno sconto per le scarpe da corsa, 30 minuti gratis sul servizio di scooter sharing.

La valuta del sudore. Di recente è arrivata in Italia anche Sweatcoin («valuta del sudore»), dopo aver molto fatto parlare di sé negli Stati Uniti e nel Regno Unito. Il principio è ancora più semplice di quello di Virtuoso: ogni mille passi registrati dal GPS del telefono avete diritto a mettere uno sweatcoin nel vostro wallet digitale, una valuta che potrete poi spendere in tutte le piattaforme partner della piattaforma. Gli sweatcoin possono essere convertiti in sconti per scarpe, gadget, accessori, libri, buoni da regalare, miglia di compagnie aeree. L’app si presta sia a chi corre in strada sia a chi semplicemente si dedica a sessioni di camminata intensa, mentre non può essere usata in spazi interni (per evitare che il meccanismo venga in qualche modo manomesso), quindi si possono guadagnare sweatcoin con la corsetta al parco ma non con la stessa corsetta sul tapis roulant.

Ecosconti per chi non inquina. Stesso principio, ma più flessibilità e un côté più ecologista per l’italiana Movecoin, il cui messaggio di presentazione è: «la prima app in Italia che ti ricompensa per i km che percorri con moto ecologico». Il principio di fondo è proprio trovare una risposta alla sfida globale di ridurre le emissioni inquinanti: in questo modo potete fare del bene sia a voi stessi che – a qualche livello – al pianeta nella sua interezza. Come? Camminando, correndo, andando in bici o con un altro mezzo ecosostenibile. Un algoritmo proprietario agganciato al sistema GPS dello smartphone rileva i chilometri percorsi in modo ecologico e scarta tutti gli altri dal calcolo. I movecoin possono essere scambiati o venduti per essere convertiti in euro oppure usati per fare shopping in negozi e piattaforme convenzionate.

Cosa ne pensate di questo tipo di app? Possono darvi una motivazione in più per allenarvi?