I migliori strumenti per controllare i vostri animali a distanza

Le tecnologie di pet monitoring vi permettono di sapere se sta bene, di salutarlo e di dargli da mangiare direttamente dall'ufficio

Avete voglia di prendere un animale domestico, ma le lunghe giornate lavorative (o le costanti trasferte) vi preoccupano e avete paura di spendere una fortuna per il dog sitter o il cat sitter? Per fortuna vi viene incontro la tecnologia, con diverse soluzioni integrate a wearable device, webcam, domotica, GPS e intelligenza artificiale, per monitorare a distanza i gatti e soprattutto i cani lungo tutto l’arco della loro giornata, salutarli e addirittura sfamarli direttamente dall’ufficio. Non sarà altrettanto bello quanto stare sul divano con loro a fargli le coccole, ma i pet monitor vi possono garantire tranquillità, indipendenza, autonomia e flessibilità. Ecco una rassegna dei migliori prodotti sul mercato.

Telecamera a 360 gradi. La prima risposta alle vostre esigenze di pet monitoring è una webcam in grado di offrirvi una visione a 360 gradi degli ambienti domestici. In questo caso, un ottimo prodotto è YI Dome Camera Pan (costa circa 50 euro). Il suo obiettivo grandangolare – combinato con la possibilità di una rotazione a 360 gradi – permette una visione ampia della stanza, la telecamera a 720 pixel permette di avere un’immagine piuttosto nitida, anche durante la notte. Dome Camera può essere fissata al muro, oppure appoggiata su una mensola o una libreria. L’audio è bi-direzionale, questo vi permetterà all’occorrenza di comunicare con il vostro animale, per tranquillizzarlo o sgridarlo. La webcam viene gestita interamente via app, disponibile sia per iOS che per Android.

Crocchette in remoto. Se siete alla ricerca di qualcosa di più elaborato e completo, potete provare con un dispenser di cibo, che vi permette di sfamare a orari programmati e regolari il vostro animale domestico anche a distanza, facendo scivolare le crocchette dentro la sua ciotolina. Il Pet Feeder di Amzdeal (circa 75 euro) permette di stoccare fino a 3 kg di crocchette, sufficienti per un’autonomia che può arrivare fino a dieci giorni. Insomma, ottimo anche per un weekend senza troppi pensieri. Il numero di pasti, la quantità di crocchette, gli intervalli possono essere impostati sullo schermo LCD, molto facile da usare. Si può abbinare anche un messaggio vocale, per provare a rendere un minimo più personale l’interazione. Questo Pet Feeder ha anche tre batterie di backup, per essere certi che continuerà a funzionare anche in caso di interruzione di corrente.

Video-treat. Sul mercato ci sono anche prodotti che combinano la funzione di monitoraggio audio-video di una webcam con il food dispenser. Uno di questi si chiama Skymee (circa 130 euro): ha una videocamera HD con visione notturna, una funzione chiamata Petalk AI che segue i movimenti dell’animale, un microfono per comunicarci in tempo reale e la possibilità di sfamarlo e nutrirlo attraverso il dispenser. Skymee, dettaglio non secondario, può essere integrato con Alexa, l’assistente di Amazon, oppure gestito attraverso la sua app dedicata. Altro aspetto interessante: sono possibili diversi accessi in contemporanea, per estendere la cura digitale del cane e del gatto a tutti i membri della famiglia.

GPS anti-fuga. L’ultimo tassello per il costante controllo tech del vostro cane o gatto è un dispositivo dotato di GPS, in grado di comunicarvi in tempo reale la sua posizione: l’ideale per non avere mai paura di fughe improvvise o smarrimenti. Kippy EVO (49 euro più un pacchetto di servizi a partire da 4 euro al mese) si aggancia al collare e comunica attraverso la rete dei cellulari, quindi ha una copertura illimitata e a prescindere dalla distanza. C’è anche una funzione di guinzaglio virtuale, per avvertirvi se il cucciolo esce dall’area di copertura Bluetooth. Attraverso l’app iOS o Android saprete sempre dove si trova, potrete conservare uno storico delle sue passeggiate, misurando il suo livello di attività fisica. Kippy pesa 38 grammi, è impermeabile e ha una batteria ricaricabile a lunga durata.

Avete un animale domestico? Come lo controllate quando andate al lavoro? Raccontatecelo nei commenti!